pre e post-menopausa

Menopausa precoce: perché si verifica e cosa si può fare

La menopausa precoce, cioè la scomparsa delle mestruazioni prima dei 40 anni di età, è in aumento. Ecco chi è a rischio e quali sono i sintomi

La menopausa precoce, cioè la scomparsa permanente delle mestruazioni prima dei 40 anni di età, è in costante aumento, anche per la maggiore aspettativa di vita dopo i trattamenti oncologici. Si verifica perché le ovaie cessano di funzionare, non ovulano e/o non producono ormoni.

Fisiologicamente questo dovrebbe accadere attorno ai 50 anni (in media tra i 45 e i 55 anni), ma nell’1% circa delle donne in età riproduttiva (lo 0,1% al di sotto dei 30 anni) il periodo “fertile” si arresta prima del tempo.

Le cause

Sono numerose le cause che possono portare a una menopausa precoce, tra queste:

Cause genetiche, come anomalie cromosomiche

Cause immunitarie, patologie autoimmuni. L’organismo produce anticorpi anomali che attaccano i tessuti dell’organismo, fra cui le ovaie.

Cause iatrogene, cioè per una terapia medica, come la chemioterapia o la radioterapia

Cause infiammatorie o infettive (virali, per esempio la parotite, o batteriche, come la tubercolosi) che possono danneggiare l’apparato genitale

Cause sistemiche, dovute a condizioni cliniche specifiche, come malattie cronico-degenerative (per esempio malattie metaboliche quali il diabete, o insufficienza renale cronica)

Cause chirurgiche, come l’asportazione delle ovaie e/o dell’utero

Cause idiopatiche, cioè dall’origine non nota

Stili di vita, soprattutto il fumo e l’alcool

Nel 30% dei casi si nota una familiarità, anche se ancora molto va compreso sotto questo aspetto.

I sintomi

I sintomi sono numerosi, e diversi a seconda delle persone. Alcune donne sono asintomatiche, a parte l’infertilità, altre invece presentano sintomi analoghi a quelli tipici della menopausa naturale (come vampate di calore, sudorazione notturna, sbalzi di umore). Le mestruazioni possono diventare più leggere o irregolari o si interrompono.

Le donne nelle quali la menopausa compare precocemente possono infatti manifestare ripercussioni più severe a livello sessuale, con maggiore invecchiamento genitale e aumento del rischio di secchezza vaginale, dispareunia (dolore durante il rapporto). La diminuzione degli ormoni sessuali può inoltre portare a una riduzione del desiderio sessuale. Il tutto si traduce in un peggioramento della qualità dei rapporti con il partner, sia fisici sia emotivi, oltre che in una perdita di fiducia in se stesse e di autostima, con un parallelo incremento del livello di ansia.

Si può fare molto

In caso di menopausa precoce, è importante rivolgersi allo specialista, che suggerirà gli stili di vita corretti e imposterà una terapia personalizzata.

 

 

 

Dott.ssa Rosanna Ariviello

Vicepresidente Nazionale AGEO
(Associazione Ginecologi Extra Ospedalieri)

 

 

Bibliografia

Menopausa precoce. SIGO. https://www.sigo.it/wp-content/uploads/2015/10/06Menop_Menop_precoce_93-101.pdf

Menopausa precoce: dal dolore alla salure. Fondazione Graziottin A. per la cura del dolore nella donna Onlus.

Menopausa precoce. Manuale MSD

ARTICOLI IN EVIDENZA

i nostri consigli
i nostri consigli

Stress e percezione della menopausa: quale relazione?

Dott.ssa Daniela Vitolo

Nelle donne è diffusa l’opinione, anzi la convinzione, che eventi stressanti, di natura fisica...

Leggi di più

pre e post-menopausa
pre e post-menopausa

Riconoscere e gestire i quattro principali effetti collaterali della m

Dott.ssa Loredana Zingaro

La menopausa coincide con il termine della fertilità ed è caratterizzata da un’importante...

Leggi di più

i nostri consigli
i nostri consigli

Conoscere e affrontare i disturbi indotti dalla radioterapia

Dott.ssa Rossella Ledda

Nell’ambito della patologia neoplastica femminile, la mammella e l’utero sono le localizzazioni...

Leggi di più